Distribuzione Compostiere Domestiche ai residenti del Comune di Sant'Oreste

 Distribuzione Compostiere Domestiche ai residenti del Comune di Sant'Oreste
 
“L’uomo trasforma le risorse in rifiuti più rapidamente di 
quanto la natura sia in grado di trasformare questi rifiuti in 
nuove risorse “ 
Serge Latouche : Breve trattato sulla decrescita serena.
 
La notevole massa di rifiuti che produciamo giornalmente e che non riusciamo a smaltire , hanno indotto molte persone a darsi da fare per cercare di portare un piccolo contributo alla difficile soluzione del problema. 
 E’ un delitto gettare nei cassonetti delle immondizie rifiuti organici della cucina , dell’orto e del giardino. Questi “rifiuti” che costituiscono  circa 1/3 della quantità di RSU prodotta giornalmente sono  prodotti preziosi che, invece di incidere sui bilanci comunali e di conseguenza sulle tasche dei cittadini per finanziarne lo smaltimento ed il trasporto , possono essere vantaggiosamente trasformati in  compost e restituiti al terreno reintroducendoli nel ciclo naturale.  
L’Amministrazione Comunale  ha ottenuto dalla Provincia di Roma la fornitura di circa 180 compostiere, per distribuirle gratuitamente ai cittadini in comodato d’uso da poter mettere in giardino, ed avviare  un efficace progetto di  compostaggio domestico. Ad oggi ne sono state consegnate 53.
Coloro che hanno intenzione di aderire al progetto e che non lo hanno ancora fatto sono pregati di farne richiesta presso l'ufficio tecnico compilando il modulo allegato, per info chiamare il numero 0761578436.
 
IL COMPOST “IN CASA”:  CON POCO IMPEGNO I RIFIUTI ORGANICI DIVENTANO CONCIME.
Come produrre in casa un ottimo concime con le compostiere offerte in comodato gratuito
Che cos’è la compostiera?
La compostiera è un contenitore, per chi possiede un giardino o un piccolo terreno, che permette di effettuare la trasformazione  naturale di alcuni tipi di rifiuti in terriccio (compost) per la concimazione di fiori e piante
Come avviene la trasformazione dei rifiuti in terriccio?
Il procedimento è   completamente naturale e il compost ottenuto è un fertilizzante pregiato, ricco di sostanze nutritive, completamente naturale,  prodotto solo con i rifiuti scelti accuratamente da noi stessi.
Quali rifiuti mettiamo?
In  generale tutti i rifiuti di origine vegetale e animale. Ad esempio avanzi di  cibo, scarti  di frutta e verdura,fondi di caffè e di   tè, fiori recisi o rifiuti ottenuti dalla manutenzione del verde di orti e giardini. 
È necessario triturare i materiali?
La  triturazione  preventiva (riduzione  in  piccoli  pezzi)  è  consigliabile,  ma  non  indispensabile.  Consente  di accelerare il processo.  Utile la presenza di una certa quantità di materiale “strutturante”  (rametti, semi, foglie secche...) e può essere separato dal compost  maturo con una setacciatura e reimmesso nel cumulo, fino ad esaurimento.
Come facciamo a sapere quando il terriccio è pronto?
A seconda delle stagioni, bastano 2-3 (estate) o 3-4 (inverno) mesi per  “completare un  ciclo” ed ottenere il
terriccio. È facile distinguere il compost maturo da quello non ancora pronto: quello maturo ha l’aspetto di un terriccio scuro, morbido, spugnoso, con il   classico odore “di sottobosco” e i materiali introdotti non sono piùdistinguibili.
Dove installo la compostiera?
Scegliere un posto comodo per il conferimento dei rifiuti sia della cucina che del giardino, soleggiato (in località con  climi freddi)  o parzialmente  soleggiato (in località  con  climi  caldi).  La collocazione  sotto un  albero  che perde le foglie in autunno è molto indicata. Un posto  il più lontano possibile dai luoghi frequentati dai vicini e da persone estranee alla famiglia e su un terreno ben compatto e non soggetto a ristagni di acqua.
Indicazioni d’uso
Per la  prima  volta,  è  consigliabile  creare  un letto  composto  da  piccoli rami,  paglia, trucioli, foglie (per far entrare l'aria) e ricoprirlo con qualche centimetro di terreno.
Mettere nel contenitore i rifiuti organici seguendo i consigli della tabella seguente.
Non introdurre sostanze combustibili o infiammabili, tossiche o pericolose in genere.
Fare  attenzione  all’umidità,  infatti un  eccesso  di  quest’ultima  impedisce  l’aerazione,  praticare  nel  cumulo eventuali fori con un bastone.
Per migliorare l'areazione / asciugatura per minimizzare odori e moscerini, coprire il materiale fresco con uno strato di compost maturo / strutturante / erba secca (1 parte  di strutturante ogni 2 di scarti freschi)
Non riempire completamente la compostiera.
Ricordarsi di rimescolare periodicamente il contenuto della compostiera (1-2 volte al mese e dopo aver estratto il  compost maturo)  e   di  verificare il  grado di umidità  all’interno  della compostiera quando i rifiuti  si  sono trasformati in un  soffice terriccio nero  e  spugnoso, il  compost è pronto per essere utilizzato: estrarlo dallo sportello inferiore
 
 
 

AllegatoDimensione
modulo richiesta compostiera.pdf69.64 KB