Città metropolitana di Roma Capitale
MENU

Comune di Sant'Oreste

Eremo di Sant’Antonio

SANT’ANTONIO

 Non lontano, anzi sotto il citato monastero, sorge, in un luogo assai impervio, la Chiesa con l’annesso romitorio andato in rovina.Prima notizia di questo eremo è del 1532» ricavabile dal Capitolo dei monaci Camaldolesi che proprio in questa assise decisero di chiedere la con­cessione perpetua degli eremi di S. Maria delle Grazie e Sant’Antonio. In questo modesto eremo vi risiedeva il Superiore di tutti gli eremiti sparsi per i luoghi del monte. Oggi la Chiesa è in precaria stabilità ed un rapida visita all’interno ci permette di scorgere un interessante affresco seicentesco nel quale si legge ancora, nonostante l’abbandono, una crocefissione.